Vai alla barra degli strumenti

Sostegno all’inserimento lavorativo dei giovani e donne a Dakar

Nell’ambito dell’organizzazione della solidarietà internazionale è stato firmato un protocollo di accordo tra la Confederazione Nazionale dei Lavoratori Senegalesi – CNTS, i due istituti di cooperazione allo sviluppo promossi dai sindacati UGT e CISL – ISCOD e ISCOS e dalla rete europea e mondiale per la promozione della giustizia sociale – SOLIDAR.

Lo scopo è quello di realizzare uno studio-identificazione della domanda di lavoro a Dakar, condotto in modo condiviso e inclusivo (università, settore privato, camere professionali, uffici di lavoro temporaneo, centri sindacali, ecc.). Comprendere per ciascun settore sia le esigenze attuali di manodopera, sia la loro evoluzione consentirà di migliorare l’accesso all’occupazione dei gruppi vulnerabili (giovani, donne) o d’identificare le azioni di sostegno formativo per accedere al lavoro.

Il tema scelto dalla CNTS, in collaborazione con due membri della rete SOLIDAR (ISCOD e ISCOS) è rilevante e prioritario per un contesto come quello del Senegal. Specie in una situazione aggravata dall’emergenza sanitaria, in cui gli sforzi per mitigare l’impatto economico e per accelerare la ricostruzione richiedono misure concertate tra istituzioni e parti sociali.

Lo studio, il cui budget è poco meno di 5mila euro sarà finanziato per l’85 per cento da SOLIDAR e per il restante 15 per cento dalla CNTS. Si articolerà in un tempo di 5 mesi attraverso le seguenti fasi:
1. sviluppo, validazione e diffusione di questionari, loro compilazione e analisi dei risultati. Alle interviste con questionari, se l’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 dovesse essere superata, seguirebbero anche interviste personali e focus group. L’idea è che tre persone svolgano interviste con diverse aziende di diversi settori, al fine di identificare le potenziali esigenze lavorative. Questa ricerca sarà supportata da un esperto che aiuterà a compilare, analizzare e presentare i risultati;

2. presentazione dei risultati della ricerca in una conferenza pubblica aperta agli attori socio-economici senegalesi, ai membri della rete SOLIDAR e ai donatori;

3. realizzazione di due seminari per identificare le linee d’intervento nell’area della formazione professionale, alla luce dei risultati della ricerca effettuata;

4. realizzazione di un incontro di coordinamento con i membri della rete SOLIDAR per definire le linee di lavoro/dialogo sul tema dell’inserimento lavorativo dei gruppi più vulnerabili, con i giovani come priorità.

I principali gruppi di beneficiari di questa azione sono le organizzazioni della società civile che lavorano sul tema della promozione dell’occupazione, gli assistenti sociali e i vari livelli dell’amministrazione senegalese. Mentre i destinatari finali sono i gruppi vulnerabili (come giovani e donne) che hanno difficoltà ad entrare nel mercato del lavoro formale.

Questa azione è un complemento di un’iniziativa più ampia il cui obiettivo è approfondire la conoscenza del mercato del lavoro nell’agglomerato urbano di Dakar (3,5 milioni di abitanti), identificando la domanda e il bisogno di lavoro, le sue caratteristiche, i bisogni dei principali settori di attività economica. Ciò consentirà di pianificare altri tipi di azioni ex-post come l’implementazione di un progetto di cooperazione tra CNTS e ISCOD “Migliorare l’occupabilità dei gruppi vulnerabili a Dakar attraverso meccanismi di orientamento e inserimento professionale”. L’azione ISCOD-CNTS mira a sostenere le persone appartenenti a gruppi vulnerabili (giovani con o senza formazione e donne) per aumentare la loro occupabilità e le loro possibilità di inserimento nel mercato del lavoro di Dakar.

Il progetto ISCOD-CNTS ha due componenti:
accoglienza, orientamento, supporto, formazione, inserimento; attraverso un’attenzione personalizzata per stabilire un percorso di inserimento adattato ai bisogni/interessi dei destinatari;
creazione di spazi per la consultazione, il coordinamento e la concertazione dei diversi attori che operano nell’area di intervento.

Pur trattandosi di una micro-azione è importante valorizzare il fatto che due membri della rete SOLIDAR lavorino insieme, attraverso un partner locale comune ad entrambi. Inoltre è possibile coinvolgere, durante l’attuazione, altri membri della rete.

ISCOS come focal point di SOLIDAR in Senegal, avrà il compito di divulgare l’azione in tutte le fasi e stabilire i meccanismi e il momento del coinvolgimento degli altri membri della rete, attraverso una sessione di lavoro congiunta. Questo coordinamento ci consentirà di andare avanti nella definizione di una linea comune per la rete SOLIDAR in Senegal.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...