In Solidarity with Haiti

“In Solidarity with Haiti” fornisce una panoramica dettagliata delle tre iniziative che sono state effettuate utilizzando i fondi dell’ “Haiti Solidarity Fund” di SOLIDAR, network europeo di 47 ONG e organizzazioni del movimento sindacale che lavorano per la giustizia sociale in Europa e nel Mondo.
ISCOS, come membro di SOLIDAR, ha realizzato, con il finanziamento del fondo e altre contribuzioni, il progetto “Better Work for a Decent Reconstruction” (fai click qui per andare alla pagina del progetto), che viene descritto nella pubblicazione a partire da pagina 11.
Di seguito riportiamo la traduzione in italiano della prefazione a firma di Conny Reuter, Segretario Generale di SOLIDAR.

La mattina del 12 gennaio 2010, Haiti fu colpita da un devastante terremoto che uccise più di 220.000 persone e distrusse le case di oltre 1,5 milioni di persone. Subito dopo il disastro, i membri di SOLIDAR hanno reagito con un impeto di solidarietà per fornire assistenza alle vittime del terremoto di Haiti, e per coordinare la loro azione di soccorso.
I membri della rete SOLIDAR Norwegian People’s Aid, APHEDA Australia, Arbeiter-Samariter-Bund (ASB) Germany and ASB Austria, ARCI, Assamblea de Cooperacion Por la Paz Spain, MPDL Spain, Progetto Sud Italy, ISCOS Italy, Progetto Sviluppo – CGIL Italy, SASK Finland, Solidar Suisse, Solidaridad Internacional Spain, Solidarité Laique France, Solidarité Syndicale Luxembourg e Volkshilfe Austria hanno hanno congiuntamente per aumentare l’impatto dei loro interventi.
Il Haiti Solidarity Fund (Fondo di solidarietà per Haiti) di SOLIDAR è stato istituito per centralizzare i fondi raccolti dai membri SOLIDAR di tre paesi – in particolare Norwegian People’s Aid – in solidarietà con Haiti. Il Fondo è stato poi concesso a tre consorzi di organizzazioni che lavorano ad Haiti. Questa pubblicazione fornisce una panoramica dettagliata delle tre iniziative che sono state effettuate utilizzando questi fondi e l’impatto che hanno avuto in favore del popolo haitiano.
SOLIDAR desidera ringraziare tutte le persone e le organizzazioni che hanno così generosamente contribuito a questo fondo di solidarietà che ha permesso di aiutare molti haitiani. Inoltre, SOLIDAR vuole ringraziare tutte quelle persone impegnate nella costruzione delle due scuole primarie, nella riabilitazione economica e ambientale, nel ripristino dell’accessibilità delle strade e nel progetto “Better Work for a Decent Reconstruction”. Attraverso il loro impegno instancabile siamo stati in grado di fornire nuove opportunità alle persone più colpite dal devastante terremoto.
Questa pubblicazione non è solo una storia di successo, ma anche un invito a un maggiore impegno, perché a tre anni dal disastro quasi due milioni di persone (in particolare donne, bambini, madri che allattano) devono ancora affrontare l’insicurezza alimentare e più di 350.000 persone vivono ancora nei campi in attesa di assistenza umanitaria.
I membri di SOLIDAR continuano ad attuare azioni di solidarietà – unisciti a noi!

Conny Reuter
Segretario Generale
 

Potrebbero interessarti anche...