Vai alla barra degli strumenti

1° Policy Forum on Development: Iscos in rappresentanza della cooperazione sindacale europea


I giorni 15 e 16 gennaio avrà luogo il primo Policy Forum on Development (PFD) regionale europeo a Ghent, in Belgio. Tutti gli Stati membri del Consiglio d’Europa porteranno le voci delle diverse constituencies: società civile, cooperative, settore privato, governi locali e regionali e sindacati. Gemma Arpaia, responsabile delle relazioni esterne dell’Iscos, sarà presente nella delegazione in rappresentanza della cooperazione sindacale europea.
Il meeting si propone di favorire lo scambio tra i partner internazionali sulle sfide poste dalla cooperazione internazionale e affrontate dagli attori Europei, di rafforzare la collaborazione tra i diversi stakeholders, di riflettere sulle modalità di raggiungimento di uno sviluppo urbano sostenibile ed inclusivo attraverso partnerariati, e di facilitare il dialogo con le istituzioni europee sulle politiche e pratiche esterne poste in atto dall’Unione.
A questo proposito, il dibattito durante il Policy Forum on Development verterà su:

  • Il ruolo e le responsabilità del settore privato negli ambiti di sviluppo, sicurezza, migrazioni e peacebuilding,
  • La coerenza delle politiche esterne dell’Unione Europea,
  • La partecipazione della società civile,
  • L’autonomia locale,
  • Il ruolo delle Autorità Locali nel rispondere alle sfide poste dal processo di urbanizzazione nei paesi in via di sviluppo, come la crescente povertà e gli effetti sull’incidenza mondiale di migrazione e cambiamento climatico.

In particolare, l’incontro sarà articolato in quattro sessioni:

  1. Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per accrescere la coerenza delle politiche per lo sviluppo
  2. In che misura il contesto in cui operano le società civili e i governi locali risulta favorevole ad uno sviluppo internazionale sostenibile?
  3. Città: con quali modalità i centri urbani possono promuovere uno sviluppo sostenibile ed inclusivo?
  4. Un’analisi delle recenti tendenze delle azioni esterne dell’Unione Europea: la responsabilità del settore privato nello sviluppo, sicurezza, migrazioni e peacebuilding.

 
Per maggiori informazioni:
Concept note PFD
Commission Europea: A Strategic Approach to Resilience in the EU’s external action
Concord EU Delegations Report 2017: Towards a more effective Partnership with Civil Society
Concord Policy Paper: Operationalising Policy Coherence for Development

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...